Aerotraino alianti rc

alianti, trainatori, raduni, gare, tecniche...
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Come caricare le batterie in parallelo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Piero Pen Bertolotti

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 28.10.13
Età : 37
Località : Cento (FE)

MessaggioTitolo: Come caricare le batterie in parallelo   Ven Nov 28, 2014 2:32 pm

Ciao,

in questo periodo dove gli amici Marmos e Barbieri hanno iniziato a sviluppare progetti interessantissimi, come il Bidule Elettrico e il FOX Jaguar mi è venuto in mente di aver visto da amici elicotteristi un Powerboard che dava la possibilità di caricarle tutte insieme in parallelo.
Così ne ho comprato uno.



Praticamente al canale del carica batterie viene collegato questo pannelletto che da la possibilità di distribuire il collegamento fino a 6 pacchi di batterie.

Vorrei spiegarmi meglio ma un altra foto è più esplicativa di me



Alla sinistra abbiamo un alimentatore potente (e in questo caso Tuning ahah), poi il carica batterie che pare in questo caso a 2 canali (l'immagine l'ho trovata in rete), poi il Powerboard che permette di collegare in parallelo sia il bilanciamento che il - e il + e poi finalemente le batterie.
chiaro che l’obbligo evidente è che le batterie siano tutte dello stesso voltaggio.


Io non uso gli spinotti XH Deans ma i 4mm ma mi limiterò a fare un adattatore.


A questo punto però bisogna avere un carica batterie molto potente.
Io non sono ancora attrezzato e mi adatto sfruttando il mio al massimo. Ma non ho per ora batterie di grossa potenza che mi obblighino a doverne acquistarne uno. Per ora mi adatto.

Come potete vedere il Powerboard ti limita un pochino a differenza dei carica batterie multi canale che invece ti danno la possibilità di caricare batterie di diversi voltaggi.
Per  ricaricare in questo modo sul mercato ci sono carica batterie fino a 1000W ma bisogna vedere se il gioca vale la candela, perché alla fine la spesa per acquistare un carica batterie potente e il powerboard è più o meno la stessa di un buon caricabatterie con 4 uscite.
Ad ognuno la sua scelta, ma carica batterie a 6 canali non li ho ancora visti.

Dimenticavo, per riassumere :

Per capire come settare il carica è facile perché i mAh si sommano.
Esempio:
Se hai 4 pacchi da 3S e 2200 mAh e li colleghi in parallello avrai collegato pratimante una 3S da 8800 mAh.
Consideriamo di ricaricare ad 1C.

Se hai un carica te lo permette carichi ad 1C quindi 8.8A e in un ora sei pronto per ripartire.

Nel mio caso che mi fermo a 5A (anche se il mio teoricamente dovrebbe farcela ma non ce la fa mica Evil or Very Mad Evil or Very Mad ) con il mio carica batterie dovrò aspettare di più, quasi due ore ma miglioro notevolmente i tempi e la gestione della ricarica di 4 batterie singole.


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marmos

avatar

Messaggi : 332
Data d'iscrizione : 08.02.10
Età : 64
Località : Bologna

MessaggioTitolo: L'Urlo di Munch   Ven Nov 28, 2014 6:50 pm



Da Wikipedia:
Urlo, o anche Il grido, è un celebre dipinto di Edvard Munch.
L'opera è un simbolo dell'angoscia e dello smarrimento che segnarono tutta la vita del pittore norvegese che cercò molto a lungo un'ispirazione adatta ad eseguire quest'opera. La scena rappresenta un'esperienza vera della vita dell'artista: mentre si trovava a passeggiare con degli amici su un ponte della città di Nordstrand (oggi quartiere di Oslo), il suo animo venne pervaso dal terrore e colse l'attimo, così dipinse questo personaggio.
Per Munch, come per molti altri artisti (per esempio Vincent Van Gogh), l'arte è un mezzo con cui si possono esprimere le proprie emozioni. Munch e Van Gogh sono considerat,i per questo motivo, precursori dell'Espressionismo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Piero Pen Bertolotti

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 28.10.13
Età : 37
Località : Cento (FE)

MessaggioTitolo: Re: Come caricare le batterie in parallelo   Sab Nov 29, 2014 3:00 pm

Sei stato molto chiaro. ahaha

Allora, che lati positivi e che lati negativi ci sono?

Ho trovato altre info qui:

https://sites.google.com/site/tjinguytech/charging-how-tos/parallel-charging

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marmos

avatar

Messaggi : 332
Data d'iscrizione : 08.02.10
Età : 64
Località : Bologna

MessaggioTitolo: Re: Come caricare le batterie in parallelo   Sab Nov 29, 2014 5:15 pm

Partendo dal fatto che un caricabatterie “professionale” o definito tale, si meriti il “titolo” per la qualità della sua realizzazione e la precisione dei dati di funzionamento dichiarati, l’azienda che lo produce dovrà spendere un sacco di risorse progettuali e tecnologiche per rispettare la classe di precisione. Perché lo fa????
Perché le batterie, in particolare  le Lixx, per mantenere nel tempo le loro caratteristiche ed offrire prestazioni ottimali vanno trattate come delle giovani amanti capricciose.
Ovvero con tutte le attenzioni possibili: caricate prima a corrente costante, 1C, fino al 70% della carica, poi, limitando via via la corrente, si passa a tensione costante fino al raggiungimento della tensione di fine carica, che va valutata nell’ordine del 1/100 di volt: 4,20 V per le celle LiPo.
Stesso discorso vale per la scarica, il raggiungimento della tensione di fine scarica per le celle LiPo è 3,30 V.
Per leggere con precisione questi valori occorre che il sistema di rilevamento lavori nell’ordine di 1/1000 di V, nel dominio del rumore elettronico. Quindi si devono utilizzare IC A/D Converter di notevole precisione e qualità, grande attenzione poi va messa nella progettazione e nella realizzazione dell’apparato, altrimenti la precisione richiesta risulta irraggiungibile. Un caricabatterie che non rileva la tensione di fine carica con precisione, tenderà a sovraccaricare le batterie accorciando la loro vita o a ridurre la capacità acquisita, in due parole, riducendo le prestazioni. Questo discorso va moltiplicato per il numero di celle che costituiscono il pacco batterie. Celle messe in serie, ad elevate correnti di scarica, tenderanno a comportarsi in maniera differente a causa della loro resistenza interna. Dopo una bella scarica a corrente elevata, troveremo le varie celle a tensioni differenti e ad ogni ciclo di carica/scarica le differenze aumenteranno.
Come rimediare al problema: un bel circuito di bilanciamento, cioè un piccolo caricabatterie collegato a ciascuna cella, provvederà, durante le funzioni di carica o scarica del caricatore principale, a livellare i differenti valori delle celle, più il caricabatterie è raffinato più elevata sarà la sua capacità di riportare le varie celle alla stessa tensione. Se il caricabatterie non è adeguato, il fenomeno dello sbilanciamento aumenterà e porterà le celle ad un rapido deterioramento.
Fatto questa introduzione possiamo dedurre che:

mettere in parallelo le celle si può anche fare, a condizione siano dello stesso tipo, magari dello stesso lotto, e soprattutto che la loro tensione sia uguale, cioè uguale condizione di carica, anche piccole differenze portano ad elevate correnti tra le celle per raggiungere l’equilibrio: principio dei vasi comunicanti, con possibili danni.
Mi pare che mettere in parallelo quattro o più pacchi batteria, magari usati in differenti voli, difficilmente avranno la stessa carica residua e comunque sarà difficile per il caricabatterie gestire, con la necessaria precisione, una corretta carica/scarica ed una accurata equilibratura di ogni singola cella.
Se hai avuto la pazienza di leggere il mio sproloquio, ti consiglio un’ulteriore approfondimento del mio pensiero, da visionare fino in fondo:

http://www.youtube.com/watch?v=Hxb9lPEd26Q
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Piero Pen Bertolotti

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 28.10.13
Età : 37
Località : Cento (FE)

MessaggioTitolo: Re: Come caricare le batterie in parallelo   Dom Nov 30, 2014 12:55 am

marmos ha scritto:
Partendo dal fatto che un caricabatterie “professionale” o definito tale, si meriti il “titolo” per la qualità della sua realizzazione e la precisione dei dati di funzionamento dichiarati, l’azienda che lo produce dovrà spendere un sacco di risorse progettuali e tecnologiche per rispettare la classe di precisione. Perché lo fa????
Perché le batterie, in particolare  le Lixx, per mantenere nel tempo le loro caratteristiche ed offrire prestazioni ottimali vanno trattate come delle giovani amanti capricciose.
Ovvero con tutte le attenzioni possibili: caricate prima a corrente costante, 1C, fino al 70% della carica, poi, limitando via via la corrente, si passa a tensione costante fino al raggiungimento della tensione di fine carica, che va valutata nell’ordine del 1/100 di volt: 4,20 V per le celle LiPo.
Stesso discorso vale per la scarica, il raggiungimento della tensione di fine scarica per le celle LiPo è 3,30 V.
Per leggere con precisione questi valori occorre che il sistema di rilevamento lavori nell’ordine di 1/1000 di V, nel dominio del rumore elettronico. Quindi si devono utilizzare IC A/D Converter di notevole precisione e qualità, grande attenzione poi va messa nella progettazione e nella realizzazione dell’apparato, altrimenti la precisione richiesta risulta irraggiungibile. Un caricabatterie che non rileva la tensione di fine carica con precisione, tenderà a sovraccaricare le batterie accorciando la loro vita o a ridurre la capacità acquisita, in due parole, riducendo le prestazioni. Questo discorso va moltiplicato per il numero di celle che costituiscono il pacco batterie. Celle messe in serie, ad elevate correnti di scarica, tenderanno a comportarsi in maniera differente a causa della loro resistenza interna. Dopo una bella scarica a corrente elevata, troveremo le varie celle a tensioni differenti e ad ogni ciclo di carica/scarica le differenze aumenteranno.
Come rimediare al problema: un bel circuito di bilanciamento, cioè un piccolo caricabatterie collegato a ciascuna cella, provvederà, durante le funzioni di carica o scarica del caricatore principale, a livellare i differenti valori delle celle, più il caricabatterie è raffinato più elevata sarà la sua capacità di riportare le varie celle alla stessa tensione. Se il caricabatterie non è adeguato, il fenomeno dello sbilanciamento aumenterà e porterà le celle ad un rapido deterioramento.
Fatto questa introduzione possiamo dedurre che:

mettere in parallelo le celle si può anche fare, a condizione siano dello stesso tipo, magari dello stesso lotto, e soprattutto che la loro tensione sia uguale, cioè uguale condizione di carica, anche piccole differenze portano ad elevate correnti tra le celle per raggiungere l’equilibrio: principio dei vasi comunicanti, con possibili danni.
Mi pare che mettere in parallelo quattro o più pacchi batteria, magari usati in differenti voli, difficilmente avranno la stessa carica residua e comunque sarà difficile per il caricabatterie gestire, con la necessaria precisione, una corretta carica/scarica ed una accurata equilibratura di ogni singola cella.
Se hai avuto la pazienza di leggere il mio sproloquio, ti consiglio un’ulteriore approfondimento del mio pensiero, da visionare fino in fondo:

http://www.youtube.com/watch?v=Hxb9lPEd26Q


Leggo sempre tutti i vostri commenti e consigli... anche più volte.
Se non imparo dai buoni da chi devo imparare?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marmos

avatar

Messaggi : 332
Data d'iscrizione : 08.02.10
Età : 64
Località : Bologna

MessaggioTitolo: Re: Come caricare le batterie in parallelo   Dom Nov 30, 2014 2:07 pm

Grazie per i "buoni", troppo buono.
Io seguo la regola: " Chi più spende meno spende! "
I soldi spesi in più nell'acquisto di un caricabatterie, definito " professionale ", vengono ampiamente compensati da una maggiore durata e migliori prestazioni delle batterie.
La scelta sul mercato di questi prodotti non manca di certo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Come caricare le batterie in parallelo   

Tornare in alto Andare in basso
 
Come caricare le batterie in parallelo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Caricare la batteria con il motore acceso
» sostituzione batterie chiave elettronica
» caricare immagini da visualizzare sul tom tom
» Mantenitori fotovoltaici per batterie
» Come caricare l'iPhone dalla presa Blue&Me

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Aerotraino alianti rc :: Benvenuto! :: Presentazioni, informazioni-
Andare verso: